Punto G

Punto G

Quanto ne sai sul punto G?

Punto G ➤ Fortunatamente, i tempi in cui il sesso riguardava esclusivamente il piacere maschile sono ormai lontani. Stimolare il punto G... ai vecchi tempi, non sapevamo nemmeno cosa significasse. Negli ultimi tempi, abbiamo notato una maggiore dedizione di tutti coloro che sono coinvolti nel rapporto sessuale per esplorarne le mille sfumature, il che è meraviglioso.

Dopotutto, al giorno d'oggi, non mancano le informazioni, i gadget, i giocattoli sessuali, i libri erotici e tutto ciò che si può desiderare e immaginare per aiutare nella ricerca del piacere sessuale.

Tuttavia, possono sorgere ancora molti dubbi quando si tratta dell'esplorazione del piacere femminile. Secondo gli specialisti, le donne sono molto più sensoriali e fantasiose degli uomini, il che potrebbe significare che hanno bisogno di ulteriori stimoli per raggiungere l'orgasmo.

In questa ricerca del sesso perfetto, o almeno del piacere ideale, il famoso punto G femminile viene messo in discussione... Ma cos'è, dove si trova, come trovarlo e stimolarlo e quali sono le posizioni sessuali che più lo eccitano?

Anche se può sembrare un argomento molto discusso, ci sono ancora molte persone che hanno dei dubbi. Spesso per imbarazzo o per paura di essere giudicati. Hanno paura di chiedere, quindi finiscono per non essere in grado di chiarire tutti i loro dubbi. O, peggio ancora, senza poter godere appieno dei propri partner sessuali.

È anche vero che, con la facilità odierna di ottenere piacere, molte persone finiscono per optare per la ricompensa più rapida. Al posto del coinvolgimento e della conoscenza del proprio corpo, o di quello degli altri.

Tuttavia, poiché sappiamo quanto sia importante avere una vita sessuale attiva e felice, che sia per la salute fisica e mentale, per alleviare lo stress o per il rilascio di ormoni della felicità durante l'orgasmo.

Cos'è il punto G

Scoperta nel 1950 dal medico tedesco Ernst Gräfenberg (da cui l'espressione “punto G”). Si riferisce alla zona erogena situata all'interno della vagina, capace di suscitare un profondo piacere nelle donne.

Dove si trova il punto G

Ogni corpo è diverso e quindi è praticamente impossibile dire esattamente dove si trovi questa zona erogena. Ecco perché la conoscenza di sé, sperimentare, toccare e praticare ogni movimento e la stimolazione che si verifica nel corpo con esso, è così importante.

Prima di iniziare l'autoesplorazione, è importante assicurarsi di essere eccitati. Come mai? Perché essere più rilassati rende l'area più sensibile al tatto, facilitando così il riconoscimento della zona chiave. Non è necessario inserire il dito molto in profondità per trovare il punto G. A meno che non ti piaccia, perché il punto G è solitamente a 2 o 3 centimetri oltre l'ingresso vaginale.

Ogni donna è un mondo diverso. Tuttavia, la ricerca di risposte basate sul proprio corpo non deve essere noiosa. Anzi. Con la masturbazione, l'uso di vibratori, ventose del clitoride e tutti quei gadget che esistono oggi, sarà sicuramente un viaggio divertente.

Suggerimenti per stimolare il punto G

Innanzitutto, per trovare il punto G, è necessario inserire l'indice nella vagina con il palmo della mano rivolto verso l'alto, dopodiché lo stesso dito dovrebbe essere utilizzato per esplorare completamente l'area dopo i primi 4 cm. Secondo gli specialisti, il punto G esiste in tutte le donne, ma non tutte lo trovano o lo stimolano nel modo giusto.

La masturbazione, quindi, è il più grande alleato in questa ricerca del punto di intenso piacere. Toccarsi, liberarsi da ogni pensiero contrario e dedicarsi alla ricerca del climax.

Ci sono molti vantaggi nello stimolare il punto G e altre zone erogene. Nella maggior parte dei casi non è vero che la stimolazione vaginale da sola “fa” tutto il lavoro.

È importante ampliare gli orizzonti. Punta sui capezzoli, coccolandoti sulla schiena, baciandoti all'inguine o, perché no, stimolando l'ano. Tutto ciò renderà la ricerca del punto G molto più semplice e piacevole.

Puoi anche utilizzare contenuti per adulti, oltre alla pornografia tradizionale. Ad esempio, leggere una storia erotica, accendere delle candele profumate mentre si fantastica su qualcosa o qualcuno...

Molte persone descrivono questo orgasmo come più intenso e sentimentale dell'orgasmo clitorideo. E se non lo raggiungi, ma ti diverti lungo la strada, ne vale comunque la pena. Dopotutto, godere di questo tipo di piacere è prendersi cura di sé, amarsi e sbizzarrirsi. Conoscere il proprio piacere e spingere il sesso da soli o in compagnia ad un altro livello...

Ricerche correlate: piacere femminile, sesso.

Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articoli più letti

Sploshing: cos'è e come si fa
Sploshing: cos'è e come si fa

16 dicembre, 2023

Le mestruazioni sono tabù?
Le mestruazioni sono tabù?

31 agosto, 2023

Donna cerca uomo Milano
Donna cerca uomo Milano

24 giugno, 2023

Sexting
Sexting

24 febbraio, 2023

Mistress Milano
Mistress Milano

12 Gennaio, 2023

Escort Incontri
Escort Incontri

16 novembre, 2022

Escort Roma
Escort Roma

30 Ottobre, 2022

Escort Milano
Escort Milano

25 Giugno, 2022

Escort Torino
Escort Torino

6 Aprile, 2022

Annunci Escort
Annunci Escort

26 Marzo, 2022

Chi sono

Escort e Escort Webcam: sono bella, d'altronde nella mia professione la bellezza e lo stato dell'arte, ma possiedo anche charme perché se belle si nasce, lo charme si impara. Io l'ho imparato, per questo sono una delle migliori Escort a Milano nonche' la Cam Girl più ricercata per Sex Cam in Italia e mi adatto con facilita alle persone che mi trovo davanti e al contesto nel suo insieme.

Gli articoli più letti

© Tutti i diritti riservati by Emma Hot 💚🤍❤

Torna su